Sconto per te!
Mary Cassatt: l'allieva americana di Degas

Mary Cassatt

Mary Cassatt nacque nel 1844 negli USA in una facoltosa famiglia che le permise di studiare per 5 anni in Europa, imparando il tedesco ed il francese e studiando musica e disegno. Nel 1855 conobbe le opere di Ingres, Delacroix, Corot, Courbet, Degas e Pissarro. A 15 anni iniziò a studiare presso l’Accademia delle Belle Arti della Pennsylvania, ma delusa, nel 1866 decise di recarsi a Parigi per studiare i grandi pittori europei da sola, privatamente. Lo studio dei classici al Louvre era pratica assai diffusa a quel tempo per le studentesse di arte come lei ed ella conobbe molti artisti. Nel 1870 rientrò in patria, sempre più decisa a fare della pittura la sua professione, benché ancora osteggiata dal padre. Le venne commissionata la copia di alcune opere del Correggio che si trovavano a Parma, in Italia e fu felice di partire. Dopo questo lavoro, visitò Siviglia e Madrid e nel 1874 decise di stabilirsi in Francia. Le donne continuavano a subire pregiudizi di genere ed ella cercò inizialmente di dipingere seguendo le regole della tradizione, per poi criticarla con sarcasmo, fino all’incontro con gli impressionisti, su invito di Degas, che ella ammirava profondamente. Conobbe molte pittrici impressioniste tra cui Berthe Morisot e ne divenne amica. Si integrò col gruppo impressionista e apprese da Degas l’uso dei pastelli e la tecnica dell’acquaforte, migliorando notevolmente la propria tecnica nel disegno. Fino al 1886 espose le proprie opere impressioniste insieme al gruppo e fu parte attiva di esso, organizzando anche la prima esposizione impressionista negli USA. Negli anni seguenti il suo stile mutò, sperimentò nuove tecniche ed espose anche nelle Gallerie di New York.

Le sue tele che riprendevano madri con i figli furono quelle che le donarono infine la popolarità, in esse riusciva ad esprimere una grande dolcezza senza eccessivi sentimentalismi. Dopo il 1900 si dedicò quasi del tutto a questi ritratti, che possono ricordare le Madonne col Bambino del Rinascimento italiano. Il decennio precedente fu però quello più creativo per l’artista, che rimase comunque in contatto con diversi colleghi impressionisti francesi. Continuò a dipingere fino al 1914, quando, quasi cieca, fu costretta a smettere. Il suo impegno sociale rivolto ai diritti delle donne continuò attivamente negli anni seguenti. Mary Cassat morì nelle vicinanze di Parigi nel 1926.

Filtri attivi

Ragazzina in poltrona blu

La pittrice americana Mary Cassatt vive molti anni in Francia dove apprende la tecnica impressionista e riprende nei suoi quadri la vita delle...
177,00 €

Il té delle cinque

Quest’opera di Mary Cassatt risale al 1880 circa ed è conservata al Museum of Fine Arts di Boston. Come spesso accade nei dipinti dell’artista...
150,00 €