Sconto per te!
Leonardo da Vinci: il genio del Rinascimento

Leonardo da Vinci

Leonardo Da Vinci nacque nel 1452 a Vinci, nei pressi di Firenze, primo dei 13 figli del padre Piero, notaio. Egli era figlio illegittimo, suo padre si sposò 4 volte ed i fratelli lo ostacolarono quando questi morì a causa dell’eredità. La madre, di umili origini, si sposò con un altro uomo ed ebbe 9 figlie. Fu educato nella casa dei nonni paterni, nella campagna toscana, poi divenne allievo di Andrea del Verrocchio, amico del padre, a Firenze, nel 1470 circa, dove apprese nozioni di disegno, pittura, scultura, oltre che architettura, ingegneria, meccanica e carpenteria.

Altri allievi del grande maestro furono Sandro Botticelli, Perugino, Domenico Ghirlandaio. Nel 1472 era già un pittore autonomo, ma continuò a collaborare col suo maestro per molti anni. Dal 1474 al 1478 si dedicò probabilmente alle scienze, all’anatomia umana, alla fisica e alla meccanica. Iniziò a frequentare la casa dei Medici, probabilmente grazie al suo maestro e nel 1482 partì per Milano probabilmente per mezzo di Lorenzo il Magnifico. Entrato nella cerchia di Ludovico il Moro, lavorò anche al Castello Sforzesco e si dedicò alla preparazione di una grande scultura equestre a Francesco Sforza.

Nel 1499 i francesi conquistavano Milano e Leonardo tornò a Firenze e viaggiò a lungo, nel 1500 a Venezia, poi Cesena, Pavia, Urbino, rientrò a Firenze nel 1503 e dipinse La Gioconda. Nel 1504 suo padre morì, escludendolo dall’eredità. Dedicò tempo ed energie allo studio del volo.

Il suo rapporto con Michelangelo, più giovane di più di vent’anni, fu difficile e colmo di rivalità. Il governatore francese di Milano lo convinse a tornare a Milano nel 1508 e vi rimase fino al 1513. Nel 1512 gli Sforza ripresero il predominio sulla città e Leonardo si recò a Roma. A Bologna conobbe Francesco I di Francia. Nel 1517 Leonardo accettò l’invito di Francesco I e si recò in Francia, ad Amboise, nel Castello di Clos-Lucé, con il titolo di “Premier peintre, architecte, et mecanicien du roi” continuando serenamente a dipingere, lavorare e studiare, fino alla sua morte nel 1519.

Filtri attivi

La scapigliata

La testa della fanciulla è rappresentata di tre quarti mentre guarda verso il basso a sinistra, le spalle sono solo accennate sulla tavola, il...
167,00 €

Autoritratto

In primissimo piano il volto anziano di Leonardo ritratto di tre quarti verso sinistra, lo sguardo rivolto a destra, serio e per nulla allegro, i...
150,00 €

L'uomo Vitruviano

Il disegno rappresenta l'ideale delle proporzioni del corpo umano secondo i canoni vitruviani di misurazione dello stesso. Esso è disegnato...
150,00 €

La Dama con l'Ermellino

La dama rappresentata da Leonardo è la nobile Cecilia Gallerani, giovane amante di Ludovico Il Moro. Cecilia è ritratta di tre quarti col busto...
150,00 €