Sconto per te!
Gustave Caillebotte: il pittore più realista che l'impressionista

Gustave Caillebotte

Gustave Caillebotte nacque a Parigi nel 1848 e studiò giurisprudenza fino al diploma nel 1870. Perseguì anche studi di ingegneria e nel 1872 si recò in Italia con suo padre e conobbe Giuseppe De Nittis, pittore italiano vicino all’impressionismo. A Napoli, città che lo conquistò con la sua luce ed i suoi colori, iniziò a dipingere e rientrato in patria decise di iscriversi alla scuola delle belle arti nel 1873. La famiglia lo supportò sempre nelle proprie scelte. Conobbe gli artisti impressionisti grazie a Edgar Degas e a Claude Monet. Pierre Auguste Renoir lo invitò a partecipare alla loro mostra del 1876. Egli, avendo ricevuto in eredità dal padre molto denaro, aiutò i suoi colleghi acquistando le loro opere impressioniste e fu di supporto per l’organizzazione della terza esposizione del gruppo nel 1877 e in seguito partecipò a quelle del 1979, 1880, 1882 e a New York nel 1885, aiutando sempre con doni in denaro. Non riuscendo a tenere unito il gruppo, si dedicò ad altre passioni e in seguito si lasciò influenzare dal neoimpressionismo.

Morì nel 1894 per un malanno e donò la sua collezione di dipinti impressionisti allo stato francese. Caillebotte unì realismo ed impressionismo per scattare una fotografia alla scena nei suoi dipinti, che sono innovativi e moderni, di taglio fotografico, ed i protagonisti sembrano in movimento. Egli fece parte del gruppo impressionista, ma fotografò la realtà così com’era, fondendo realismo e impressionismo. Fu uno dei primi ad interessarsi di fotografia come espressione artistica.

Filtri attivi

Parigi in un giorno di pioggia

I dipinti di Caillebotte sono innovativi e moderni, di taglio fotografico, i protagonisti ci sembrano in movimento. Egli fa parte del gruppo...
167,00 €