Sconto per te!
Frédéric Bazille: l'impressionista gentiluomo

Frédéric Bazille

Bazille, pittore impressionista francese che morì giovanissimo durante una battaglia della guerra Franco Prussiana, nacque a Montpellier nel 1841 in una famiglia benestante di professione protestante.

Decise di studiare medicina e si trasferì a Parigi nel 1862, dove, nonostante la disapprovazione dei genitori, abbandonò gli studi universitari per dipingere. Proprio seguendo le sue lezioni di pittura conobbe Pierre Auguste Renoir, Claude Monet e Alfred Sisley, i quali spesso si riunivano nel suo studio nel quartiere Batignolles. Inizialmente il gruppo degli impressionisti veniva chiamato appunto “La scuola delle Batignolles”. Conobbe anche Manet e Berthe Morisot, e anche con essi strinse amicizia e condivise la passione per la pittura.

Di Renoir e Monet ammirava soprattutto le rappresentazioni en plein air, ma i suoi soggetti erano ben definiti e l’attenzione per i particolari evidente. Egli riuscì a fondere la figura umana col paesaggio circostante in un’unica immagine. Il suo stile venne affinato e reso maturo durante i suoi soggiorni nella casa di proprietà della sua famiglia a Méric, sul fiume Lez, vicino a Montpellier, dove dipinse celebri tele, come ad esempio La robe rose nel 1864 e Riunione di famiglia del 1867. Nelle sue tele egli cercò di riunire le norme della pittura classica, che tanto amava in Delacroix, alle novità dello stile impressionista. Si arruolò volontario nella guerra Franco-Prussiana del 1870 e morì prematuramente in combattimento in quello stesso anno.

Filtri attivi

Bagnanti

Opera conosciuta anche col titolo "Scena estiva" raffigura un gruppo di bagnanti sull'erba intorno ad un laghetto. La fusione delle figure umane...
167,00 €

Riunione di famiglia

Bazille, che vive a stretto contatto con i grandi pittori impressionisti del tempo, ci mostra il suo amore per la luce del Sud nei contrasti...
177,00 €